Azamara Journey: Sorrento, Sicilia, Malta, Grecia

In realtà l’idea era quella di fare una importante vacanza natalizia, ma la stanchezza è arrivata parecchi mesi prima e così abbiamo deciso di concederci un po’ di relax ad Agosto… qualche giorno di ricerca sul web e troviamo la piccola Azamara Journey in partenza da Civitavecchia giorno 22 ed arrivo una settimana dopo ad Atene con un giretto senza giorni di navigazione ed un bel transito nello Stretto di Messina che mai dispiace. Complice l’eccellente rapporto qualità-prezzo (nel prezzo della vacanza sono incluse le mance ed una vasta selezione di bevande alcoliche e non) prenotiamo in men che non si dica.

Raggiungiamo la capitale il giorno prima della partenza e ci spostiamo a Civitavecchia in treno. Arrivati in stazione prendiamo il bus (2€) che ci porta all’ingresso del porto in un tragitto che avremmo tranquillamente potuto fare a piedi, ma viste le valigie ed il caldo….

…dopo qualche minuto di attesa un bus ci porta alla nave. Percorriamo l’ultimo tratto di strada prima di arrivare sottobordo ricordando quando al posto della piccola Journey, ad attenderci, c’era la grandissima Allure of The Seas per una fantastica crociera con tutti gli amici del forum.

In questo caso la natura della vacanza è molto diversa e l’idea di salire su una microscopica nave (rispetto ad Allure) è una scelta ben precisa volta al relax… non sorprendetevi allora se le nostre giornate non saranno stracolme di attività… ma di riposo.

L’imbarco si svolge rapidamente, il check in è stato fatto online ed una volta giunti al solito capannone non ci resta che compilare il solito questionario sullo stato di salute, preparare i documenti ed in men che non si dica abbiamo già scattato la solita foto di rito ed un bel selfie ricco di felicità sotto la nostra splendida Azamara Journey 🙂

14053818_10210556052284391_1575323551557309970_o

Durante l’imbarco notiamo stupore, da parte del personale di terra, nel trovare degli italiani che si imbarcano. Scopriremo che in questa crociera ci sono ben 8 italiani anche se li stiamo ancora cercando… mentre nella crociera precedente, di 3 giorni 2 notti, pare ce ne fossero 12.

Siamo già a bordo, ci viene subito offerto dello champagne e ci rechiamo in cabina per lasciare i bagagli che abbiamo portato con noi. La cabina è la 7071, ponte 7, interna. Speravamo in un upgrade (si trattava di una garantita) ma la nave è piena ed alla reception è scritto ben chiaro che gli upgrade non sono disponibili nemmeno a pagamento. Avevo un buon ricordo del buffet di bordo ed è lì che ci rechiamo. Il Windows Cafè si trova a poppa, ponte 9, ed ha una splendida terrazza sul mare dove cercheremo di accomodarci il più delle volte.

La particolarità del buffet a bordo di Azamara sta nella possibilità di assaporare piatti pronti sul momento come sandwiches, insalate e pasta. Il pranzo non è quasi mai a tema mentre a cena il tema proposto è sempre diverso. Le alternative sono The Patio: un pool grill adiacente il buffet nei pressi della piscina ed il Discoveries Restaurant. Senza dimenticare che il servizio in cabina è sempre disponibile e gratuito.

Durante la crociera troviamo cibo di qualità davvero eccellente e di nostro gradimento, con aspettative stra superate. Nei vari giorni di crociera ho assaggiato buoni piatti di pasta, squisiti risotti e secondi piatti davvero buoni. Non sono un amante dei dolci (non si direbbe, lo so … 🙁 )  quindi non emetto giudizio ma Liliana ha certamente gradito il gelato offerto sia dai dispenser al Patio che al buffet.

Ma torniamo al nostro giorno di imbarco, felicità a mille e fame … altrettanta: siamo al buffet. All’entrata troviamo un banco per la prenotazione dei ristoranti speciali (che decidiamo di prenotare il giorno dopo) e dei pacchetti bevande che non troviamo l’esigenza di acquistare. Pranziamo rigorosamente in terrazza osservando la Carnival Vista ed altre due P&O presenti in porto.. tutti colossi in confronto alla piccola Journey!

100_0694

Ci rilassiamo sul ponte piscina… rigorosamente all’ombra ove iniziamo ad apprezzare l’aria da crociera, le 17:00 arrivano subito ed è già ora di recarci al Discoveries Restaurant per l’esercitazione di emergenza. Al termine dell’attività il comandante, in diretta dal ponte di comando, saluta i passeggeri e ci comunica che a causa del forte vento previsto per il giorno dopo la nave non farà scalo in rada a Sorrento bensì a Salerno. Per far fronte a questo imprevisto le escursioni si organizzeranno di conseguenza e coloro che preferiscono scendere in maniera autonoma avranno a disposizione dei bus per raggiungere Sorrento. Tempo di percorrenza circa 1 ora e mezzo ed ovviamente nessun costo.

L’avviso è stato divulgato in lingua inglese ed in cabina troviamo una comunicazione scritta (anch’essa in lingua inglese) a riepilogare il tutto: utile per chi non riesce a comprendere al meglio l’inglese parlato rispetto a quello scritto. Il bus va prenotato per cui prima di fiondarmi in piscina passo dall’ufficio escursioni (ponte 4 centro nave nei pressi della reception) e decido di prendere quello che parte alle 8:30 e ritorna alle 15:00 (orario di partenza da Sorrento). Prima ho parlato al singolare, sul “fiondarmi” in piscina, perchè ovviamente Liliana è già lì che mi aspetta. In una settimana di crociera mai viste le jacuzzi affollate.. la piscina un pizzico di più ma mai ho desistito dal fare il bagno per la troppa folla. 100_0704Dopo il bagno approfittiamo del ponte 11 per goderci un po’ di tramonto… la nave è salpata alle 17:45 con quindici minuti di anticipo, nel frattempo si son fatte le 19, siamo già in mare e finalmente possiamo di goderci quel panorama che solo le nostre amate crociere ci sanno regalare…

IMG_1963

 

Si cena entro le 21 per tutti i giorni della crociera in tutti i ristoranti di bordo perciò intorno alle 19:30 siamo sempre in cabina a sistemarci. Ceniamo nuovamente al buffet e nuovamente sul terrazzo che giornalmente ci manca adesso che siamo ritornati a casa: fortuna che abbiamo il mare vicino! Dopo cena un giretto per la nave che non avevamo ancora visitato, finiamo al Cabaret Lounge dove c’era uno spettacolo comico che nonostante fosse in lingua inglese riusciamo a capire, tiriamo qualche risata ma non ci entusiasma così decidiamo di andare al The Living Room dove c’è prima musica dal vivo e poi il DJ. Belli i tavolini con il monitor incorporato dove puoi mandare una cartolina digitale…

IMG_3284

…ma soprattutto è stato bello poter sognare un’altra crociera a bordo di questo piccolo gioiello che ci sta ospitando.. o della sua gemella. Sorseggiamo un drink, ascoltiamo un po’ di musica e poi nanna. Domani intensa giornata a Sorrento!

 

Sorrento, Martedì 23 Agosto

Unico giorno in cui decidiamo di farci svegliare dalla colazione in cabina, ovviamente gratuita per tutte le tipologie di sistemazione. Ci sistemiamo e scendiamo, il bus ci aspetta. Partenza in orario ed arrivo a Sorrento poco prima delle dieci. Ad attenderci? Ma ovviamente la nostra Maddalena che ci regala uno splendido giro per la rinomata cittadina napoletana. Sorseggiamo un caffè con sfogliatella in Piazza Tasso ed iniziamo il tour delle curiosità partendo dal motivo per cui sono esposte le bandiere che si vedono in piazza. Manca solo quella di Crocieristi.it……! 🙂 Il giro prosegue per Via San Cesareo tra i negozietti caratteristici e travolgenti grazie all’inebriante odore dei limoni, finchè arriviamo in via Marina Grande per goderci il panorama. Il vento effettivamente è tanto e proprio qui capiamo il perché del mancato sbarco in rada. Proseguiamo verso la villa comunale, il convento di San Francesco per poi passare sul corso Italia.

100_0708

In auto ci godiamo qualche altro splendido punto panoramico quando è l’ora di pranzo e ci rechiamo presso il Ristorante da Ninuccio a Meta di Sorrento che già solo al pensarlo sale l’aquolina in bocca!! Il crocchè gigante è fenomenale ma ci ha entusiasmato praticamente tutto… un pranzo squisito con una sola pecca: essere sempre così distanti da non poterci ritornare più di frequente.

IMG_1975

 

Le 15 si avvicinano ed il bus ci aspetta, riusciamo a fare giusto un giro ed a vedere, seppur dall’alto, la spiaggia di Meta…100_0720

Ma subito dopo siamo purtroppo costretti a passare ai saluti, così ringraziamo di vero cuore Maddalena per la sua disponibilità ed il suo entusiasmo e riprendiamo il bus per ritornare a Salerno. Il cielo è parzialmente nuvoloso ma ciò non ci scoraggia dal goderci un po’ di piscina a bordo accompagnata da una splendida voce che ci regala famosissimi pezzi vintage. Intorno alle 18:00 un avviso informa gli ospiti presenti sul ponte piscina che le sdraio vanno via per dal posto ai tavoli… questa sera serata italiana! Noi ci godiamo un po’ di sole al ponte 11 per poi scendere al The Living Room a sorseggiare qualcosa. Prima di andare a cambiarci passiamo dal Prime C per prenotare un tavolo. Risposta? Full per tutta la crociera (abbiamo escluso il White Party e Malta, capirete dopo il perchè)! Ma come? E’ solo il secondo giorno! …”C’è solo un posto, per domani alle 18″. Con tutto l’impegno di questo mondo… non credo d’aver mai cenato alle sei del pomeriggio in vita mia! Pare che di sera in sera si possa provare a mettersi nella lista d’attesa e così decidiamo di fare…

Quando torniamo sul ponte piscina lo vediamo trasformato. Le sdraio hanno lasciato posto ai tavoli e The Patio si è trasformato in un buffet all’aperto con barbecue.. “incluso nel prezzo”.

IMG_2006

100_0816

Da terra formaggi locali tra cui ovviamente mozzarella di bufala… richiestissima.

mix11

 

Il tutto accompagnato da musica dal vivo con il gruppo musicale di bordo prima ed il dj nella seconda parte della serata. Degne di nota sono state le canzoni rigorosamente italiane, apprezzatissime dagli americani, che ha cantato una voce del luogo. Per domani fortunatamente nessun cambio di programma quindi sbarco in rada a Giardini Naxos, sul programma del giorno non troviamo cenni al transito sullo Stretto di Messina ma mettiamo la sveglia in modo da non perderci l’evento… buonanotte!

 

Giardini Naxos (Taormina), Mercoledì 24 Agosto

Intorno alle 9 la voce del comandante ci informa che tra poco solcheremo lo stretto. Noi siamo già svegli e quasi pronti per salire al ponte 10 dove non troviamo troppa gente a godersi lo spettacolo. Per noi è bello vedere, dal mare, la splendida Scilla, Messina, Villa San Giovanni e le navi traghetto che ci accompagnano spesso tra una sponda e l’altra. Mentre noi ci godiamo il panorama dal mare… qualcuno, sapendo del nostro transito, ci fotografa dalla terra ferma.

IMG_2057

Il mare è splendido e non fa troppo caldo. Dopo la colazione ci godiamo la piscina fino alle 13, poi pranzo e via a terra. Una volta sbarcati prendiamo il bus che passa ogni ora e ci porta all’Isola Bella.. stracolma di gente! La distanza è breve e, salvo traffico, servono 20 minuti per raggiungerla. Ce la godiamo fino alle 16 poi tuoni e nuvoloni minacciosi ci portano su ad attendere l’autobus con grande anticipo rispetto al previsto ma ben venga vista la grande affluenza. Il traffico è notevole e ci vuole più del doppio del tempo per arrivare in prossimità della nave che raggiungeremo a piedi tagliando il lungo percorso previsto dal bus. Saliamo a bordo, ovviamente ci fiondiamo in piscina e notiamo che la partenza slitta di diversi minuti: alcuni passeggeri hanno incontrato giusto un po’ di traffico….. sarà stata la pioggia?

Uno degli aspetti della crociera che ho apprezzato maggiormente è il servizio bar… i camerieri si fanno trovare con facilità ed una volta che individuano la tua bevanda preferita la fissano in mente e te la propongono non appena chiedi loro un drink. Non c’è bisogno del menu, se la bevanda rientra tra quelle incluse nel prezzo della crociera non è un problema (!).

Questa sera al buffet ci sono pietanze asiatiche, non ci convincono affatto e così decidiamo di provare il Discoveries Restaurant (al Prime C la waiting list non ha funzionato), il ristorante principale. Io vado di caprese, caesar salad e carne mentre Liliana pesce pesce pesce. Rimane talmente soddisfatta che bissa il Salmone! Il servizio al ristorante non è il massimo della velocità (va detto anche che saremo stati tra gli ultimi a sederci nonostante ci fossimo presentati in tempo a prender posto) ma per aiutarci a comprendere meglio la lingua comunque si dimostrano tutti assai disponibili.

Dopo cena The Living Room e poi nanna (fuori tuoni, fulmini e saette!)

 

La Valletta (Malta), Giovedì 25 Agosto

In porto quest’oggi soltanto Azamara Journey, che rimarrà attraccata fino alle 23. Dopo il temporale di questa notte troviamo un cielo limpidissimo, scendiamo intorno alle 10. Percorriamo la strada fino agli ascensori che ci portano ai giardini superiori e facciamo un giro per le vie del centro. Decidiamo di prendere il trenino (5€ a persona) ma il giro non ci conquista particolarmente.. nel frattempo sono le 16:30, troppo tardi per visitare la spiaggia di Gozo e allora ritorniamo nei dintorni della nave, visitiamo l’Hard Rock Cafè (tappa immancabile) e ritorniamo in nave. Una volta a bordo, per evitare di rimanere morti di fame (eh eh eh) facciamo un salto al Mosaic Cafè dove troviamo dei buoni sandwiches e via sul ponte piscina per un bagno brevissimo.. questa sera abbiamo un appuntamento importante!

Azamara Club Cruises, durante ogni crociera, offre ai propri ospiti una particolare esperienza a terra chiamata AzAmazing Evenings. Come si intuisce dal termine si tratta di eventi serali che offrono l’opportunità di conoscere il luogo ed assistere ad uno spettacolo a terra. Nel nostro caso raggiungeremo la cattedrale di Mdina per assistere ad uno spettacolo canoro. Non è necessaria alcuna prenotazione, l’appuntamento è previsto alle 19:30 quando, attraverso gli altoparlanti di bordo, l’equipaggio inviterà gli ospiti a scendere dalla nave ponte per ponte, si inizia dal ponte 8.

Ovviamente l’organizzazione di bordo ruota attorno a questo evento quindi si cena prima ed al ritorno al buffet ci sono degli stuzzichini per chi dovesse avere ancora fame (!). Per noi cena veloce ma rigorosamente in terrazzo *.*

IMG_2121

 

Intorno alle 19:45 saliamo sul bus dove ci accoglie una guida locale che, ovviamente, parlerà rigorosamente inglese con delle brevissime parentesi in lingua italiana giusto per accontentare noi. Durante il tragitto racconta un po’ la storia di Mdina e della cattedrale che raggiungiamo nel giro di pochi minuti.

IMG_3233

Appena scesi dal bus ci dirigiamo rapidamente verso la cattedrale dove veniamo accolti così…

IMG_3238

Delle splendide voci ci accompagnano per circa un’ora, interrotti soltanto da numerosi e lunghi applausi a testimonianza del fatto che l’evento sia piaciuto un po’ a tutti.

IMG_3242

Terminato lo spettacolo c’è solo il tempo per fare qualche scatto lungo il tragitto che ci porta al bus per ritornare in nave. La guida ci regala qualche altra informazione su Malta e Mdina e sottolinea più volte che a bordo avremmo trovato il buffet pronto ad accoglierci.

Arrivati al molo accettiamo delle bollicine, stuzzichiamo qualcosa e ci godiamo la partenza, io sul ponte esterno…

IMG_3263

IMG_3274

…e Liliana al The living room dove c’è sempre gente (mai troppa) e musica. Non ci svegliamo mai all’alba ma raggiunta la mezzanotte il sonno arriva e noi non ci tiriamo indietro… domani Siracusa!

 

 

Siracusa, Venerdì 26 Agosto

La distanza tra Malta e Siracusa non è troppa e ciò ci consente di raggiungere la tappa siciliana sin dalle 8. Ovviamente sbarco in tender anche se, una volta a terra, notiamo che la città si sta organizzando per avere un porto pronto ad accogliere le navi da crociera non soltanto in rada. Trascorriamo la mattinata e parte del pomeriggio passeggiando per l’isola di Ortigia che vedo per la seconda volta molto volentieri, la prima risale all’Ottobre 2014 proprio durante un nostro splendido meeting che ricordo con gran piacere. Ovviamente passiamo dal duomo e percorriamo le varie vie dell’isola nonostante il caldo si faccia sentire.

100_0778

100_0785

IMG_3288

IMG_2151

 

Nel primo pomeriggio torniamo in nave e pranziamo al The Patio giusto un attimo prima che chiuda. Stare seduti nei tavolini di questo grill a bordo piscina devo ammettere che non è male ed in men che non si dica si è fatta l’ora di ripartire per la prossima meta, la “lontana” grecia.

Scendo giù nella passeggiata del ponte 5 curioso di seguire le varie procedure che consentiranno alla nave di ripartire. L’equipaggio tira su le lance ed approfitta delle imbarcazioni del luogo per portare a bordo tutto il materiale offerto ai passeggeri di ritorno a bordo e mi rendo conto che non si tratta di un lavoro semplice… ho la netta sensazione che quando lo sbarco avviene in porto anzichè in rada più di qualcuno festeggi 🙂

Il pomeriggio prosegue tra la lettura di un libro, un po’ di piscina, qualche drink e l’immancabile tramonto direttamente dalle piccole “poltroncine sospese”  (piccoli dolci angoli di relax) che si trovano al ponte 11. E’ arrivata l’ora di andare in cabina come di consueto ma prima di farlo passo un attimo dal Prime C, chiedo l’inserimento in lista d’attesa con il responsabile del ristorante che questa volta si mostra ottimista e ci invita a tornare intorno alle 20:30. Così facciamo, e finalmente capiamo che è la volta buona! C’è un po’ da attendere ma lo facciamo davvero volentieri in compagnia di un buon vino rosso, dopo diversi minuti arriva il nostro turno, ecco cosa offre la cucina:

La cena costa 30 dollari a persona ed ovviamente non fanno problemi sul numero di portate (il tavolo accanto al nostro ci impressiona …. cosa difficile … eh eh eh eh) mentre per quanto riguarda le bevande il vino è incluso nel costo della crociera ma se desideri qualcosa di diverso o un vino più pregiato puoi sempre chiedere la carta dei vini che non ci viene consegnata in automatico. L’unico vino a pagamento che viene consigliato è quello più adatto ai dessert nell’apposito menu.

mix2

Esperienza davvero gradita ed al di sopra delle aspettative, certamente un altro punto di forza di questa crociera. Facciamo un giro per la nave, come sempre capatina al The Living Room.. questa sera è un po’ più tardi del solito e via a nanna!

 

Katakolon, Sabato 27 Agosto

Oggi decidiamo di rimanere a bordo, relax totale. Non facciamo altro che vagare tra sdraio, piscina, jacuzzi, libro, musica e cocktail. Il comandante ci informa che la chef, Monica, è scesa a Katakolon. Ma no, non è andata a fare il bagno… è andata a comprare il pesce per questa sera!

100_0699

Perchè, cosa c’è di importante stasera? Il White Party. Una tradizione a bordo delle navi Azamara e quindi anche a bordo di Journey che oggi si “veste” di bianco. Come già accaduto i tavoli prendono il posto delle sdraio e tutti i passeggeri questa sera si ritroveranno a bordo piscina. Già dalle 17 si intravedono ospiti pronti per la cena mentre io, distrutto dai sensi di colpa, percorro di continuo il ponte 10. Un presentimento mi assale, quella di questa sera sarà una super cena! (nella foto una serie di piatti provati per voi durante la crociera 😀 )

mix3

Proprio così… aragosta a più non posso (preparata alla brace sul momento), ed altro pesce in varie salse, il tutto servito (anche) da hotel director e chef in persona!

IMG_2034

Una cena davvero superlativa che gradiamo molto. In questa occasione il comandante assieme a tutto il suo staff e spende quattro parole per ringraziarci e salutarci, una sorta di arrivederci giusto per ricordarci che la crociera sta per terminare. 

La serata prosegue con qualche brano cantato da nientepopodimeno che dal direttore di crociera mentre tra i vari tavoli nasce un trenino pressochè infinito di gente divertita e sorridente che finisce in pista a ballare i brani che la band ci regala. Ci lasciamo trascinare anche noi, prima a bordo piscina e poi come sempre al The Living Room per continuare con la disco. 

100_0836

IMG_3160

 

Nauplia, Domenica 28 Agosto

Nauplia non è tra le tappe più comuni per le navi da crociera, probabilmente per lo sbarco esclusivamente in tender non apprezzatissimo dalle mega navi ma comune tra le più piccole come Silversea che troviamo vicino a noi.

IMG_3300

Una volta a terra decidiamo di prendere il bus scoperto che ci porterà a fare un giro della città e soprattutto ci consentirà di raggiungere la fortezza Palamidi che domina la cittadina. L’ingresso, a pagamento (8 euro p.p.), ci consente di girare liberamente per questo castello spoglio ma grande che ci regala panorami davvero interessanti.

100_0849

100_0843

IMG_3307

Volendo rimanere in zona è questa l’attrattiva principale di Nauplia o Nafplio che dir si voglia. Passeggiamo anche per Piazza Syntagmatos (raggiungibile a piedi dal porto) e poi ritorniamo in nave. Purtroppo l’incubo delle valigie prende forma, dovranno essere fuori dalla cabina entro le 23:00. Qualche passeggero rimarrà a bordo anche per la crociera successiva (beati loro!) ma a noi ed a buona parte degli ospiti tocca scendere domani. Le etichette (poche) sono suddivise in base alle esigenze dei passeggeri, chi ha voli al mattino presto, chi fa l’escursione, chi come noi (437 pax, la maggior parte) invece non ha particolari esigenze può sbarcare tra le 7 e le 9 del mattino. A 35$ p.p. chi ne avesse la necessità può rimanere a bordo fino alle 14:00. La cabina bisogna lasciarla entro le 8:30 ma si può rimanere tranquillamente a bordo e pranzare al Windows Cafè prima di scendere.

Noi ceniamo al The Patio e se nei giorni passati le nostre serate non erano particolarmente movimentate… oggi a maggior ragione. Passiamo dal fotografo a scaricare il primo scatto sullo smartphone e poi ci spostiamo nei pressi della reception dove troviamo dei maxischermo che potremmo definire maximondo visto che cliccando sulle varie nazioni vediamo gli itinerari proposti sognando la prossima crociera.

 

Atene, Lunedì 29 Agosto

Colazione alle 8:30 e discesa intorno alle 9. Prendiamo un taxi e raggiungiamo l’albergo dove pernotteremo prima di raggiungere Roma il giorno seguente. Trascorriamo il mattino e parte del pomeriggio in piscina visto il caldo poi raggiungiamo il centro coi mezzi. Il giorno dopo utilizzeremo la comodissima metro per raggiungere l’aeroporto in 45 minuti circa (esiste anche il bus da Piazza Syntagma).

100_0882

In Azamara abbiamo trovato la dimensione che cercavamo. Non sarà la compagnia migliore del mondo (per noi è stata sicuramente una esperienza di alto livello) ma è sicuramente la soluzione di cui avevamo bisogno. Cibo eccellente sempre, pochi vincoli di orario, tempi di scalo lunghi e soste più ricercate. Scendendo ce lo siamo ripetuti più volte.. quando la prossima? Non la prossima crociera, la prossima Azamara! Non è la compagnia adatta alle nostre tasche (ma il fatto che le mance e le bevande siano incluse non è assolutamente cosa da poco) ma spesso è possibile trovare degli ottimi prezzi. Noi ci speriamo perchè siamo entusiasti, e allora chissà…. speriamo di potervi raccontare presto un’altra esperienza a bordo di Azamara Club Cruises!!

Liliana & Valerio

Autore: VaLyUS

Condividi questo post su

Invia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected by WP Anti Spam