Costa Crociere: il futuro nella sicurezza

Nell’ambito del rilancio dela compagnia,  Costa Crociere ha guardato a tutti i settori dove ci fossero margini di miglioramento, in particolare il settore sicurezza di bordo. In particolare Costa ha proposto ed intrapreso delle iniziative al riguardo la sicurezza a bordo, iniziative che la compagnia auspica non siano solo proprietarie ma che divengano patrimonio legislativo, andando ad integrare ed a migliorare anche quelle regole e leggi che già esistono. Il trarre insegnamento da precedenti esperienze, positive o negative che siano state, è sintomo di serietà e lungimiranza da parte di Costa Crociere, dimostrando ancora una volta di essere una precorritrice dei tempi e dimostrando che il  passeggero è sempre al centro della loro attenzione. Anche noi auspichiamo che le iniziative intraprese vengano presto implementate nella legislazione sulla navigazione per migliorare ancor di più quel mondo di svago che è rappresentato dalla vacanza in crociera.

Qui a seguire, l’elenco completo delle iniziative intraprese circa la sicurezza a bordo:

1) Rafforzamento, oltre i requisiti imposti della regolamentazione, delle procedure di addestramento degli Ospiti in caso di emergenza

Costa Crociere ha deciso, come standard aziendale volontario, che dal 1 Febbraio 2012 ogni Ospite imbarcato su qualsiasi nave della flotta sia istruito prima che la nave lasci il porto nel quale tale Ospite si è imbarcato, superando così i requisiti dettati dall’attuale regolamentazione nazionale e internazionale, che richiede di fornire le istruzioni d’emergenza entro 24 ore dalla partenza della nave. Il nuovo standard aziendale sulle esercitazioni dei passeggeri in caso di emergenza prevede la presenza all’addestramento di Ufficiali in uniforme, chiaramente identificabili, dando in questa maniera la giusta solennità all’evento, oltre a fornire maggiore possibilità agli Ospiti di rivolgere loro eventuali domande o chiarimenti.

 

2) Rafforzamento della procedura in caso di mancata partecipazione all’addestramento sull’emergenza e la sicurezza a bordo

Costa Crociere si avvale di un sofisticato sistema per monitorare la partecipazione degli Ospiti agli addestramenti in caso di emergenza. La procedura è basata sull’utilizzo di una carta con codice a barre chiamata “Emergency Drill Card” che ogni Ospite appena imbarcato trova nella propria cabina. La carta è numerata e viene riconsegnata dall’Ospite al personale di bordo nel luogo dove si svolge l’addestramento. Le “Emergency Drill Card” vengono poi scannerizzate da appositi lettori elettronici che registrano i partecipanti all’addestramento. Costa Crociere ha ora rafforzato questa procedura introducendo un software dedicato che garantisce che gli Ospiti, risultati assenti all’addestramento, siano successivamente re-invitati a partecipare. Il sistema identifica automaticamente questi Ospiti e gestisce l’emissione e l’invio nelle loro cabine di una lettera di re-invito a un nuovo momento di addestramento che si terrà il giorno seguente.

 

3) Nuova sezione “Noi per Voi” nel sito web di Costa Crociere per dare ancora più trasparenza sulle procedure di sicurezza a bordo delle navi

Costa Crociere ha da poco inaugurato la nuova sezione “Noi per Voi” all’interno del sito web della Compagnia (www.costacrociere.it). In questa area è possibile verificare quanto la sicurezza sia continuamente monitorata dalla Compagnia. Vengono infatti pubblicate a disposizione di tutti: le regolamentazioni volontarie seguite durante la progettazione e la costruzione delle navi; i piani di manutenzione delle navi con cadenze più stringenti di quanto stabilito per legge; le numerose ispezioni di sicurezza, obbligatorie e volontarie, che vengono effettuate ogni anno (più di 100 nel 2011); le informazioni relative alla formazione continua dell’equipaggio sulla sicurezza (più di 225.000 ore di formazione effettuate nel 2011). E’ anche possibile visionare il “video di istruzione sulla sicurezza”, sempre trasmesso a bordo delle navi, contenente le necessarie istruzioni su cosa fare e come comportarsi in caso di emergenza. Inoltre, a breve sarà possibile consultare il profilo di tutti i nostri Comandanti e degli altri ufficiali, completo delle informazioni sul percorso professionale effettuato, addestramenti seguiti e certificazioni ricevute.

 

4) Lancio del nuovo sistema “High Tech Safety Monitoring System” (HT-SMS) per il monitoraggio in tempo reale della rotta di tutte le navi della flotta

Costa Crociere ha implementato un sofisticato sistema di gestione e monitoraggio della flotta che, coinvolgendo personale addetto sia di bordo che di terra, permette alla Compagnia di monitorare la posizione e la rotta dell’intera flotta in tempo reale, verificando:

 

o La sicurezza dei piani rotta, confrontando la rotta pianificata dal Comandante della nave prima della navigazione (Voyage Passage Plan o VPP), con la rotta standard

o L’effettiva posizione di ciascuna nave rispetto alla rotta pianificata dal Comandante (VPP) e la rotta standard

Il “HT-SMS“ consente a Costa Crociere di identificare in tempi brevissimi ed in modo automatico variazioni impreviste di rotta.

 

5) Formazione degli ufficiali su un nuovo modello di gestione del ponte di comando

Costa Crociere dal 2010 sta formando i propri ufficiali ad nuovo, evoluto, modello di gestione del ponte di comando che permetta una maggiore collegialità nella presa delle decisioni. In questa nuova configurazione il comandante, pur mantenendo le proprie prerogative d’intervento come previsto dalla legge, non è più l’unico emanatore di ordini, ma sollecita tutto il suo Team a essere protagonista della manovra, pensando ad alta voce affinché gli altri componenti del Team possano partecipare alla decisione. L’attività di formazione è svolta presso l’innovativo centro di formazione C-Smart ad Almere in Olanda, fondato nel 2009, dove, attraverso l’utilizzo di simulatori di manovra all’avanguardia, viene sperimentata un’esperienza di navigazione intensiva e verosimile, che ricrea la realtà della conduzione della nave. Costa Crociere sta promuovendo attraverso Confitarma (Confederazione Italiana Armatori) una richiesta alle autorità competenti, per rendere la nuova configurazione riconosciuta a livello normativo.

 

6) Condivisione formale del piano di navigazione della nave

Costa Crociere adotterà la nuova policy promossa dalla Cruise Lines International Association, che richiede maggiore discussione nella presa delle decisioni durante i briefing prima della partenza, o prima di manovre di navigazione che richiedono particolare vigilanza. Costa Crociere sta già formando i propri ufficiali sul protocollo. In particolare durante la formazione gli ufficiali di coperta vengono incoraggiati ad esprimere propri commenti e suggerimenti in merito al piano di navigazione della nave, attraverso un’approfondita check list di argomenti che tutto il team degli ufficiali di coperta deve discutere con il Comandante in meeting formalizzati e dedicati, chiamati “Voyage Overview”. Gli argomenti oggetto di discussione includono tutti gli aspetti chiave della navigazione, come il meteo, la situazione del mare, la rotta, la situazione del traffico e lo stato della nave. Questi meeting si aggiungeranno alle attuali procedure già in uso nella flotta, come la compilazione del form specifico del “Voyage Passage Plan”, firmato dal Comandante, in cui si certifica che tutta la documentazione disponibile sia stata consultata al fine di determinare le varie rotte e le varie velocità da seguire tratta per tratta.

 

7) Rafforzamento delle politiche di accesso al ponte di comando

Costa Crociere ha sviluppato su tutta la flotta una nuova politica di accesso al ponte di comando promossa dalla Cruise Lines International Association, con l’obiettivo di minimizzare ogni possibile forma di distrazione. Si richiede infatti che l’accesso al ponte di comando durante i momenti della navigazione che richiedono una maggiore vigilanza, come ad esempio l’arrivo della nave in porto o la navigazione con bassa visibilità, sia limitato a persone con funzioni operative legate alla navigazione (e.g. Ufficiali) o collegate ad esse (e.g. Cruise Director e assistenti per l’esecuzione di annunci agli ospiti). L’accesso di qualsiasi altra persona, oltre a dover essere autorizzato dal Comandante (come da normativa), deve essere autorizzato anche dalla Compagnia.

 

 

Author: essepi2

Share This Post On

1 Comment

  1. 3) Nuova sezione “Noi per Voi” nel sito web di Costa Crociere per dare ancora più trasparenza sulle procedure di sicurezza a bordo delle navi Costa Crociere ha da poco inaugurato la nuova sezione “Noi per Voi” all’interno del sito web della Compagnia (www.costacrociere.it). In questa area è possibile verificare quanto la sicurezza sia continuamente monitorata dalla Compagnia. Vengono infatti pubblicate a disposizione di tutti: le regolamentazioni volontarie seguite durante la progettazione e la costruzione delle navi; i piani di manutenzione delle navi con cadenze più stringenti di quanto stabilito per legge; le numerose ispezioni di sicurezza, obbligatorie e volontarie, che vengono effettuate ogni anno (più di 100 nel 2011); le informazioni relative alla formazione continua dell’equipaggio sulla sicurezza (più di 225.000 ore di formazione effettuate nel 2011). E’ anche possibile visionare il “video di istruzione sulla sicurezza”, sempre trasmesso a bordo delle navi, contenente le necessarie istruzioni su cosa fare e come comportarsi in caso di emergenza. Inoltre, a breve sarà possibile consultare il profilo di tutti i nostri Comandanti e degli altri ufficiali, completo delle informazioni sul percorso professionale effettuato, addestramenti seguiti e certificazioni ricevute.

    Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected by WP Anti Spam